Apologia della Creatività. Suoni, esperienze olfattive e danza, l’opera creativa di Marina Calamai

Al chiostro Museo Novecento sabato 13 ottobre alle ore 19.00 un lavoro sonoro/olfattivo patrocianto anche da OmA che vuol dare voce all’operosa creatività di artisti ed artigiani, attraverso alcuni pezzi sonori che Marina Calamai ha chiamato Momenti Musicati e Danzati. Questi nascono dall’utilizzo dei suoni degli attrezzi e macchinari che l’artista ha registrato nelle loro botteghe e che sostituiscono gli strumenti musicali. Una nota olfattiva aiuta a riportare indietro nel tempo per scoprire i vari profumi delle botteghe che accompagneranno i suoni.
I suoni del lavoro artigianale e i profumi delle materie di lavorazione, dal legno al bronzo al ferro battuto, sono collocati in una situazione spazio temporale indefinita dove il visitatore potrà percepire l’emozione di sentirsi lui stesso al lavoro, con le proprie mani. Il secondo tempo della rappresentazione prevede la riproduzione danzata di queste stesse realtà, i ballerini, della Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Broccanello, rievocano le stesse botteghe artigiane calati nella bellissime coreografie di Aurelie Mounier.

| Museo del Novecento
13 ottobre ore 19.00