Gli arazzi della collezione fiorentina di Ferdinando II dei Medici: il terzo catalogo della collana

Il terzo volume del catalogo degli arazzi della collezione medicea, Gli arazzi nei musei fiorentini. la collezione medicea, a cura di Lucia Meoni ed edito da Sillabe nel 2018, illustra le vicende della manifattura fiorentina durante il granducato di Ferdinando II de’ Medici sotto la direzione di Pietro Févère e Giovanni Pollastri (1630-1672). La produzione era rivolta alla corte, ma anche a una clientela privata. La collezione granducale si ampliava anche con l’acquisizione di opere attraverso eredità, matrimoni, doni e acquisti.

Gli arazzi presenti nel catalogo furono tessuti nelle botteghe di San Marco, gestita da Févère e Pollastri, e di Palazzo Vecchio, affidata ai fiamminghi Pietro e Bernardino Van Asselt, mentre le riproduzioni in arazzo di alcuni dipinti della collezione granducale vennero in gran parte realizzate, a partire dal 1659, dal solo Févére in una bottega agli Uffizi. I cartoni di diversi soggetti, biblici, mitologici o dinastici, come le Storie di Cosimo I de’ Medici, furono eseguiti dai più celebri pittori dell’epoca. Di singolare interesse sono gli arazzi tratti dagli affreschi cinquecenteschi di Andrea del Sarto e del Franciabigio nel Chiostro dello Scalzo.