Bernardo Bellotto in Toscana

La Fondazione Ragghianti di Lucca ospita, sino al 6 gennaio 2020, la mostra Bernardo Bellotto 1740. Viaggio in Toscana che riunisce opere, dipinti e disegni, del pittore veneziano, vissuto nel XVIII secolo, molte inedite o raramente presentate al pubblico. L’esposizione presenta dipinti che documentano le vedute delle città toscane, in particolare di Lucca, ma anche di Firenze e di Livorno, realizzate durante il viaggio compiuto dal giovane Bellotto nel 1740. Sono opere che offrono suggestive angolature prospettiche, accentuate da scorci di luci e di ombre, che si differenziano dalla formazione ricevuta nello studio di Antonio Canal, il Canaletto, dove aveva appreso i segreti della pittura di vedute. La ricerca geometrica e successione di piani di quei dipinti suscitarono l’apprezzamento dalla più emancipata aristocrazia che riconosceva la struttura di monumenti cittadini che facevano da sfondo alla rappresentazione di una tranquilla quotidianità, creando un’insolita connessione tra la pittura veneta e quella toscana.
In mostra è, inoltre, visibile la camera ottica (camera obscura), utilizzata dal Canaletto, conservata al Museo Correr di Venezia, realizzata in legno, vetro e specchio, che si presenta come un singolare strumento capace di unire i principi della scienza ottica con l’abilità artigianale.

orario: tutti i giorni, escluso il lunedì: ore 10-19.
info@fondazioneragghianti.it, tel. 0583 467205